MEDITAZIONE, NUTRIMENTO E AMORE

blog post

Negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso di meditazione e dei suoi benefici ma, a meno che non vi siate realmente avvicinati a questa pratica, può darsi che non vi sia ancora del tutto chiaro di cosa si tratti.

LA RICCHEZZA DEL MOMENTO PRESENTE

Forse c’è un’immagine che ritorna alla mente ogni volta che pensate alla meditazione – magari la posizione del loto seduti su un tappetino - o avete un’idea che vi associate, come quella di raggiungere il rilassamento e la pace interiore. O ancora pensate di non avere abbastanza tempo e avvertite una resistenza verso ciò che credete essere solo un’altra moda passeggera.

Qualunque sia la vostra opinione a riguardo, concedetevi la libertà di lasciarla andare e di aprirvi a quella curiosità che ha molto a che vedere con la meditazione.

In un mondo che corre a grande velocità, la meditazione è il lusso di arrivare nella ricchezza senza tempo del momento presente e di dare spazio a quel silenzio che ci permette di aprire una porta alle nostre stanze interiori.
In un mondo che ci offre la possibilità di essere sempre più interconnessi, meditare significa ritrovare la nostra connessione e riscoprire chi siamo. Coltivando l’intenzione di esserci, momento per momento.

LA NOSTRA ESSENZA

Lontano dall’essere semplicemente una tecnica, la meditazione è un vero e proprio modo di essere. Altro non è se non un atteggiamento, un modo di incontrare la vita con tutte le sue variabili, senza essere governati così tanto dal giudizio o dal nostro modo abituale di sperimentare il mondo.
La pratica ci consente di guardare le cose con occhi nuovi, di vivere ogni momento con freschezza, scoprendo che la vita è piena di possibilità e possiamo viverla in modo più libero e creativo.
Ha molto a che vedere con l’amore e la possibilità di fare amicizia con noi stessi, non come vorremmo essere ma esattamente così come siamo.
Con i nostri talenti e le nostre vulnerabilità.

Meditare significa soprattutto coltivare la consapevolezza ed è interessante notare che questa parola nel suo significato originario significa ricordare, riportare alla mente una saggezza che ci abita già.

Quando ci dedichiamo a questa pratica, iniziamo ben presto a scoprire che è possibile essere presenti alle nostre vite, con i sensi risvegliati, in ogni momento, in tutte le nostre azioni. Ad esempio mentre mangiamo.

NUTRIRE CORPO, MENTE E CUORE

Vi sarà capitato, forse, di sentir parlare di Mindful Eating. Di cosa si tratta?
Significa, semplicemente, mangiare in maniera consapevole, portando piena attenzione al processo stesso del mangiare, coltivando quella curiosità che ci permette di osservare pensieri, emozioni, sensazioni e ascoltare il corpo.
Vi siete mai concessi di essere pienamente presenti mentre mangiate e assaporare qualcosa con i cinque sensi? Avete fatto esperienza di com’ è tutto straordinariamente amplificato?

Se consideriamo la meditazione come “un atto d’amore radicale”, come la possibilità di nutrire la nostra mente-cuore, notiamo ben presto che meditazione, nutrimento e amore sono strettamente correlati tra di loro.

Bene, vi sembra interessante. Ma come fare? Ecco alcuni semplici suggerimenti per iniziare.

  • Rallentate:
Il primo invito del Mindful Eating è quello di rallentare, se meditate ne avete già sperimentato l’importanza. La fretta non si sposa bene con la presenza mentale perché ci allontana da noi stessi e ci proietta sempre al di fuori.
Nella relazione col cibo rallentare significa anche sedersi, attivare i sensi, ascoltare la fame dello stomaco e saperla distinguere dalle altre.

  • Entrate nell'esperienza:
Forse siete degli appassionati di cucina o di nutrizione, forse siete al passo con le ultime tendenze in fatto di dieta e regimi alimentari. Quali che siano le verità che avete letto, appreso e ascoltato, permettetevi di lasciarle andare, sperimentando la vostra verità, quella che funziona per voi.
Come? Partendo dalla vostra esperienza interna, anziché apprenderla dall’esterno. Partendo anche dai vostri errori.

  • Osservate:
La meditazione di consapevolezza ci aiuta a coltivare una chiara visione, ci permette cioè di vedere con chiarezza e onestà cosa c’è nel momento presente, e stare con le cose così come sono.
Fate tesoro di questa pratica mentre mangiate: osservate lo spazio della mente e del cuore, riconoscete la voce del critico interiore e dei vostri condizionamenti, osservate la vostra relazione con il cibo.
E ascoltatevi, aprendovi alla possibilità di essere gentili con voi stessi.

Buona pratica!

VALENTINA GIORDANO per Coqueat
Mindfulness & MBSR Teacher

by Paola
Articolo precedente Articolo successivo
Paola
About